Cos’è lo stile APA? Regole e suggerimenti - IQfactory

Cos’è lo stile APA? Regole e suggerimenti

Mai sentito parlare di APA Style? Dovete scrivere la vostra tesi di laurea in stile Apa? Niente paura, in pochi concetti ti spiegheremo il significato e come si usa.

  • Le lettere APA stanno per “American Psychological Associaton”. 
  • L’APA è una forma di riferimento molto adoperata nelle tesi di laurea in scienze sociali (es. comunicazione, geografia, antropologia, storia, psicologia, sociologia, etc.).
  • L’APA è uno stile basato sul sistema autore-data per i riferimenti bibliografici. 
  • Per metterlo in pratica nella vostra tesi di laurea occorre usare il cognome dell’autore e la data di pubblicazione di un testo: così facendo il riferimento completo verrà presentato nella bibliografia finale in ordine rigorosamente alfabetico. 

Da questo possiamo dedurre che siamo davanti ad un sistema di riferimento di testo che, se adoperato nella tua tesi di laurea, faciliterà i tuoi lettori nel vedere sin da subito la fonte delle tue informazioni proprio mentre stai spiegando quelle informazioni! 

 

Mica male vero? Ma non finisce qui!

Grazie a questa metodologia, infatti, i tuoi lettori riusciranno a scoprire quali sono state le risorse che hai utilizzato per la realizzazione della tua tesi di laurea: è importante, quindi, non solo usarla correttamente, ma anche essere più precisi e completi possibile includendo i nomi degli autori, la data di pubblicazione, il titolo dell’opera e, ovviamente, tutte le altre informazioni di pubblicazione.

  • Per adoperare nella tua tesi di laurea lo stile Apa occorre rispettare alcune regole di base
  • Per prima cosa fai molta attenzione ai collegamenti intertestuali

Se, ad esempio, il lavoro non ha un autore, occorre far riferimento alla fonte del titolo. 

Ci sono due modi per farlo:

  • il primo è sottolineare i titoli di libri in corsivo
  • il secondo (specialmente si siamo davanti ad un articolo breve o un paragrafo di un libro) è l’uso delle virgolette. 

Attenzione all’uso del maiuscolo e del minuscolo! I titoli, ad esempio, vanno sempre in maiuscolo così come i nomi (es. nome dell’autore). Per gli articoli, invece, adopera il minuscolo. 

Valuta bene le citazioni:

  • nome e cognome dell’autore
  • data di pubblicazione 
  • collegamenti nel testo 
  • numero di pagina 
  • Tutto questo va citato nella tua tesi di laurea

Fatto questo primo step concentriamoci adesso sulla bibliografia. Devi essere impeccabile per trasformare il tuo elaborato in una super-tesi di laurea! 

Partiamo dalle referenze, che ti consigliamo di posizionare alla fine della tua dissertazione. I collegamenti che verranno visualizzati nell’elenco devono essere inclusi anche nel teso. 

  • Fai molta attenzione all’inserimento dei nomi: dell’autore inserisci sempre prima il cognome (Es. Rossi Mario, Bianchi Luca) e procedi così anche per i nomi anglosassoni (Jones, Williams, Taylor, Etc.).
  • L’elenco dei riferimenti dovrebbe elencare le fonti in ordine alfabetico, in base al cognome dell’autore Ricordati di specificare il tutto con „Riferimenti” o „Bibliografia” nella parte superiore della pagina. 
  • Attento a non fare un errore marchiano con il titolo che non va per nessun motivo sottolineato o evidenziato! 
  • Per la spaziatura sarà sufficiente quella standard (1,5 oppure doppia riga), su questo confrontati sempre con il relatore della tua tesi di laurea, se richiesto. In bibliografia, infine, vanno inserite tutte le fonti della tua tesi di laurea. 

Per facilitarti il compito ecco per te qualche esempio su come inserire il testo seguendo lo stile APA.

Per la bibliografia di un libro inserisci: 

  • Cognome dell’autore e iniziale del nome – tra parentesi l’anno – il titolo del libro – la città, il paese ed il nome della casa editrice
  • Rossi, M. (2009). Storia del Novecento in Italia. Roma, Italia: Feltrinelli.

Per l’articolo di una rivista c’è solo una piccola differenza 

Cognome dell’autore e iniziale del nome – tra parentesi l’anno – il titolo dell’articolo e il titolo della rivista – il volume con il numero tra parentesi – il numero di pagina da, a.

Ecco il risultato

  • Bianchi, A. (2020). Le elezioni americane. La Stampa, 3 (2), 12-15.
  • La tua fonte viene da un articolo preso da Internet? Ecco il tuo “Apa Style”:

Cognome dell’autore e iniziale del nome – tra parentesi l’anno, giorno e mese – il titolo dell’articolo e il tipo fonte internet – giorno, mese ed anno – da http://URL

De Francesco, S. (2018, Agosto). Napoli, Cordata statunitense interessata al restyling dello stadio S.Paolo. Disponibile 12 Agosto, 2018, da http://www.corrieredellosport.it/napoli/calcio/serie-a/etcetcetc 

Ultimo consiglio sulla gestione degli autori nella bibliografia della tesi: non occorre inserire, in ordine alfabetico gli autori ma seguire l’ordine presente nella fonte. E’ molto importante partire sempre dal cognome dell’autore, poi una bella virgola ed infine, le iniziali del nome dell’autore. Se la fonte ha più di un autore, bisogna mettere una virgola tra i nomi dei vari autori. Usa una & tra i nomi degli ultimi due autori della fonte.

Esempio:

  • Rossi, V. (2014).
  • Rossi, V., & Lorenzo, J., (2014).
  • Rossi V, Lorenzo, J., & Morbidelli, M. van. (2014).

Ora sei pronto ad usare lo stile Apa per la tua tesi di laurea: buon lavoro!

 

Se ti serve ancora aiuto con la stesura di tesi, contattaci per una consulenza. Siamo disponibili ogni giorno della settimana! Chiedi un preventivo


Ti serve ancora aiuto? Richiedi il preventivo

Che tipo di studi stai facendo?

BA
(Tesi triennale)

MA
(Tesi magistrale)

PhD

Altro

10,000+ clienti soddisfatti
1,000+ esperti
250+ specializzazioni

Seguici su Facebook!

Contattaci ora watsapp